Home Home

Milano, 13 dicembre 2007 – E’ per festeggiare il suo primo secolo di vita che Amsa presenta oggi, in occasione dell’inaugurazione della nuova sezione del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia dedicata al ciclo di vita dei prodotti, il volume intitolato “Al servizio della città. Storia illustrata dell’igiene urbana a Milano”.

Il libro, ricco di testimonianze fotografiche risalenti agli inizi del Novecento, raccoglie aneddoti e frammenti di storia aziendale raccontati dai dipendenti e conservati negli archivi dell’azienda. I 166 scatti riprodotti nel libro, anticipati da una mostra allestita a novembre in corso Vittorio Emanuele, ripercorrono questo secolo di storia regalandoci un’immagine molto chiara di come il servizio di igiene urbana si sia evoluto nel tempo, specchio di una Milano in veloce crescita.

All’inizio del secolo il protagonista della pulizia della città era il ruèe, personaggio di origini brianzole, il cui compito quotidiano era quello di raccogliere i rifiuti accumulati nelle ruere dei cortili milanesi. Con l’avvento del fascismo, l’iniziativa privata dei brianzoli lasciò il posto ad un’organizzazione più attenta e gestita dal Comune di Milano, la SPAI.

Negli anni Trenta arrivarono i primi autotreni a tre rimorchi e lentamente, sotto la spinta del “miracolo economico” degli anni Sessanta, con la meccanizzazione del servizio e la chiusura delle canne di caduta, si abbandonarono i vecchi strumenti di lavoro: la pala e la gerla, sostituiti dai bidoni condominiali igienizzabili. Nel frattempo la SPAI - divenuta SID dagli inizi degli anni Cinquanta - inaugurava nel 1968 il primo forno di incenerimento di rifiuti in via Zama; l’era delle tecnologie era aperta e, negli anni Settanta, il numero dei dipendenti era già aumentato notevolmente.

Negli anni Ottanta, quando la ragione sociale divenne AMSA, l’azienda aveva già preso in carico nuove responsabilità tra cui la pulizia dello stadio Meazza, la pulizia dei cimiteri cittadini e la raccolta delle siringhe.

Da quell’anno e fino ai giorni nostri Amsa, sempre nel rispetto dell’ambiente, ha ampliato il suo sguardo sulla città di Milano e sull’hinterland milanese, potenziando ed incrementando i servizi di igiene urbana.

Quello che fu il primo forno di incenerimento di via Zama è diventato oggi il principale punto di distribuzione di metano che alimenta la flotta dei mezzi dell’azienda. Il vecchio inceneritore ha lasciato il posto al nuovo termovalorizzatore Silla 2, operativo dal 2003; ed è con questa attenzione alla sostenibilità ambientale, pur nello sviluppo tecnologico, che Amsa - da Cento Anni - porta avanti fedelmente il suo impegno con i cittadini.
 


Cristina Stancari

Responsabile Comunicazione
AMSA S.p.A
Tel. 02. 27298342
Cell. 335. 7685938
e-mail: cristina.stancari@amsa.it
 

Inizio