Home Home

 

  • A giugno sale al 42,1%
  • 8000 tonnellate di umido domestico avviate a recupero
  • Aumenta la raccolta di plastica e metalli, carta e cartone

Milano, 16 luglio 2013 – Continua a crescere la raccolta differenziata nel Comune di Milano. Amsa, società controllata da A2A, ha registrato nel mese di giugno la miglior prestazione di sempre: il 42,1% dei rifiuti prodotti in città è stato raccolto in maniera differenziata.
La media del primo semestre del 2013 è stata del 41,4%, circa il 20% in più rispetto allo stesso periodo del 2012, quando la percentuale di raccolta differenziata si attestava al 35,6%.

Aumenta la quantità di molte tipologie di rifiuti raccolte in maniera differenziata, ma il primato spetta alla frazione organica: sono state raccolte complessivamente 31.724 tonnellate, 12.300 in più rispetto ai primi sei mesi del 2012, con un incremento percentuale del 63,5%. Grazie all’introduzione della raccolta dell’umido presso le utenze domestiche, nella sola area sud ovest della città - dove la raccolta è attiva da novembre 2012 e la differenziata ha raggiunto quota 48% - nel primo semestre del 2013 le utenze domestiche e le grandi utenze, già attive da tempo, hanno avviato a recupero 14.550 tonnellate di rifiuto umido. Una quota rilevante (si stima pari al 55% di quanto raccolto), corrispondente a circa 8.000 tonnellate di umido, è stata prodotta dalle famiglie e senza il nuovo servizio di raccolta sarebbe stata smaltita come rifiuto indifferenziato.
“Voglio fare i miei complimenti ai cittadini milanesi che in questi mesi stanno dimostrando che anche una grande città come Milano può ottenere ottimi risultati in termini di raccolta dei rifiuti”, ha dichiarato l’assessore alla Mobilità e Ambiente Pierfrancesco Maran. “La differenziata, oltre a essere un obbligo di legge, fa bene all’ambiente ed è la miglior garanzia per essere certi di non trovarsi rifiuti per strada. Ci fa, inoltre, davvero piacere esserci confrontati oggi pomeriggio con una delegazione del Comune di Parigi venuta proprio a informarsi sul nostro sistema di raccolta dell’umido”.

“La cittadinanza ha risposto positivamente alla sfida dell’umido – afferma il Direttore di Amsa Paola Petrone – Con la partenza della nuovo servizio in un solo quarto di città, unita al buon andamento delle altre raccolte di rifiuti riciclabili, si è già ottenuto un significativo incremento della percentuale di raccolta differenziata cittadina. Con l’estensione alla zona sud est di Milano, dallo scorso 24 giugno, la raccolta dell’umido interessa ad oggi il 50% del territorio cittadino. I primi risultati della raccolta nel secondo quarto di città sembrano confermare l’ottima risposta dei milanesi al nuovo servizio di raccolta”.

L’aumento della raccolta differenziata è stato ottenuto anche grazie all’introduzione del sacco trasparente per la raccolta dei rifiuti indifferenziati, divenuto obbligatorio da maggio 2012. Il potenziamento della raccolta differenziata ha contribuito alla diminuzione, nella misura del 14%, pari a circa 30.000 tonnellate, dei rifiuti indifferenziati rispetto ai primi sei mesi del 2012.
La sensibilità e l’attenzione dimostrata dai cittadini ha permesso di recuperare maggiori quantità di quasi tutte le principali tipologie di rifiuti riciclabili. In particolare è cresciuta, nel primo semestre 2013, la quantità

  • degli imballaggi in plastica e metalli raccolti (19.963 tonnellate, +15,9%),
  • della carta (33.864, +1,6%),
  • del cartone (9.183, +0,6%),
  • degli indumenti (1.521, +12,9%).

Diminuisce in termini assoluti, rispetto al primo semestre 2012, il vetro raccolto (da 33.435 a 32.635 tonnellate), ma aumenta in percentuale sul totale dei rifiuti raccolti (da 9,6% del 2012 al 9,7% del 2013) in virtù della sensibile riduzione dei rifiuti indifferenziati. Diminuiscono del 12,9% i RAEE, i rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, presumibilmente a causa della contrazione dei consumi provocata dalla crisi.
 

Inizio