Home Home

Milano, 18 marzo 2015 – Amsa, società del gruppo A2A, ha ottenuto dal CiAl – Consorzio Nazionale per il Recupero e il Riciclo degli imballaggi in Alluminio – il “Premio Resa” per i risultati conseguiti nel 2014 nella raccolta differenziata dell’alluminio.

Il “Premio Resa” assegnato dal CiAL è un contributo economico per incoraggiare, su tutto il territorio nazionale, modelli di raccolta differenziata intensivi. Si tratta di un corrispettivo aggiuntivo, rispetto a quello previsto per la raccolta dei materiali riciclabili dall’Accordo Quadro Anci-Conai, che viene riconosciuto sui conferimenti da raccolta differenziata di fascia qualitativa A+ e A, cioè i conferimenti di materiale di alta qualità nei quali la frazione estranea non supera il 5% del totale.

Lo scorso anno Amsa ha raccolto 660 tonnellate di imballaggi in alluminio di alta qualità, migliorando il quantitativo recuperato del 6,15% rispetto all’anno precedente.

La raccolta porta a porta effettuata da Amsa in tutti i comuni serviti migliora di anno in anno in termini quantitativi: nel 2011 sono state recuperate 467 tonnellate di alluminio, 544 nel 2012, 622 nel 2013 fino a giungere alle 660 dello scorso anno.

In termini assoluti, considerando il totale delle quantità raccolte e conferite a CiAl nel 2014, su base regionale Lombardia, Veneto, Emilia Romagna e Piemonte ricoprono le prime quattro posizioni nella top ten delle migliori performance, seguite, nell’ordine, da Sardegna, Toscana, Campania, Lazio, Umbria e Sicilia.

 

Contatti:
Ufficio Stampa Amsa
02.2729.8015
ufficio.stampa@amsa.it

Inizio